Didattica a distanza: diritti e doveri, obblighi e opportunità, quante ore per alunni e insegnanti?

Il parere e l’esperienza di chi fa didattica a distanza dal 1999: l’Istituto San Francesco di Perugia e Foligno che con la divisione on line offre un servizio di didattica a distanza a migliaia di studenti da oltre vent’anni.

L’Istituto San Francesco, con due sedi, una a Perugia e l’altra a Foligno è uno dei poli formativi più importanti dell’Umbria. Ha una lunga esperienza di didattica a distanza, in quanto è dotata di una divisione on line che mediante una piattaforma digitale dedicata e di proprietà, offre un sevizio che consente di conseguire il Diploma di Stato e recuperare anni scolastici, o insufficienze nelle varie materie, studiando comodamente da casa, mediante una connessione internet e un PC.
Questo è il motivo per cui anche per gli studenti che – ante Corona Virus – frequentavano recandosi nelle rispettive sedi, appena è stato emesso il D.P.C.M. è stato attivato il servizio di didattica a distanza.
Gli studenti sono stati subito istruiti per collegarsi, basta cliccare su un link inviato dalla scuola. Gli stessi insegnanti erano già dotti, in quanto sia per la didattica in sede che per la didattica on line, l’Istituto San Francesco, impiega lo stesso Corpo Docente.
La didattica a distanza esiste e i dirigenti scolastici sono obbligati ad attivarla.
Con D.P.C.M. del 4 marzo 2020, anche se la didattica a distanza non è contemplata nel Contratto nazionale di lavoro dei docenti, essa è diventata la modalità per “fare scuola”.

Orari e modalità della didattica a distanza
Il Ministero è molto chiaro nel dire che non deve ridursi alla sola assegnazione di compiti ed esercitazioni, ma occorre creare una programmazione gestita mediante classi virtuali.
Il Ministero è altresì determinato nel sottolineare l’importanza della programmazione onde evitare sovrapposizioni e per efficientare la didattica. Gli studenti, specie quelli più giovani hanno bisogno di mantenere alta l’attenzione mediante lo sguardo, lo sguardo rassicurante dell’insegnante che specie in questo momento gli ricordi: studiamo, pensiamo ad accrescere le nostre competenze, pensiamo al futuro”.

Quantificazione orario di lezioni a distanza quotidiane e settimanali


Il Ministero non dà direttive precise in merito agli orari di lavoro dei docenti, anche perché un conto è fare 5 o 6 ore in classe con ricreazione, cambio dell’ora e un conto sarebbe stare immobili davanti al PC per tutto questo tempo.
Inoltre la didattica on line non si improvvisa, i docenti lavorano più di prima per condividere materiali, pensare a modalità di feedback e strumenti per mantenere alto il livello di attenzione durante le lezioni a distanza.
La didattica a distanza è una opportunità di contatto importante non solo per gli studenti ma per tutta la famiglia, in quanto è comunque uno strumento per tenersi agganciati alla rete sociale, importante sostegno soprattutto in un periodo di isolamento generale.
Anche se dall’orario di lezione si può prescindere, la didattica a distanza è un obbligo, e per chi come l’Istituto San Francesco l’ha vissuta per oltre venti anni come un’opportunità, la preparazione è una eccellenza, supportata da Tutor altamente qualificati e corpo docente abituato nella quotidianità alla formazione a distanza ai tempi di Internet.

Posted in Senza categoria.