novità esami maturità

Novità esami di Maturità e Terza Media

Novità esami di Maturità e Terza Media. Tutti promossi, e i voti delle lezioni a distanza sono validi.

E’ stato approvato il D.L. sulla scuola: tutte le indicazioni per terminare questo strano anno scolastico. E per ora si pensa che anche a settembre si cominci con la scuola on line.

NOVITA’ ESAMI DI MATURITA’ E TERZA MEDIA

Queste sono gli ultimi dettami del Ministero, in merito alle novità sugli Esami di Maturità e di Terza Media, riportate anche da importanti testate on line quali il corriere.it.

Parliamo prima degli Esami di Maturità  e poi di Terza Media, per i primi volti a conseguire il Diploma di Stato, si annuncia che verranno sostenuti online, con la sola prova orale. Saranno tutti ammessi e ci sarà una commissione interna per valutare.

ESAMI DI TERZA MEDIA

Per gli esami di Terza Media invece è stato stabilito niente esami, ma solo una tesina che verrà valutata con l’andamento scolastico complessivo. 

PROMOZIONE ASSICURATA?

Quel che è stato deciso per il resto della popolazione scolastica, esami di maturità a parte, è la promozione per tutti, e per coloro che non hanno la sufficienza a fine anno si farà il recupero l’anno successivo. Chiaramente questo lascia intendere che si continua con la didattica a distanza, che rimane obbligatoria, e gli stessi scrutini si faranno in videoconferenza.

IL Decreto del 6 aprile lascia uno spiraglio di speranza, che ci sia la possibilità di rientrare in classe entro il 18 maggio: se così fosse gli esami di maturità saranno tenuti comprensivi delle prove scritte con italiano, materia di indirizzo, ma non a carattere nazionale, e colloquio.

Stesso principio vale per i candidati agli esami di terza media, qualora si rientrasse, anche loro saranno tenuti a sostenere una prova d’esame decisa dalla scuola cui si appartiene.

PROCEDURA PARTICOLARE PER I PRIVATISTI

I privatisti seguiranno una procedura particolare, in quanto faranno l’esame di Stato in presenza, nella sessione straordinaria che si svolge normalmente nel mese di settembre.

COSA CI ASPETTA A SETTEMBRE

Nel testo dell’ultimo decreto si argomenta meglio sui deficit di quelle competenze segnalate a fine anno, da recuperare all’inizio del prossimo anno per tutti, inoltre si valorizzerà il lavoro svolto nella didattica a distanza, valutando l’impegno degli studenti nella situazione di emergenza sanitari.

Non ci sarà rischio di bocciatura, onde evitare ricorsi, e soprattutto per non discriminare coloro che hanno avuto problemi per l’assenza di supporti tecnologici o le difficoltà di alfabetizzazione informatica;

E’ comunque giusto riconoscere a coloro che hanno dimostrato un impegno costante nel seguire le lezioni on line, capacità di concentrazione e diligenza nell’eseguire i compiti, e ottenuto, nonostante le difficoltà oggettive una ottima preparazione, mediante una pagella differenziata secondo dei parametri di valutazione per quanto possibile equi. Ancora di più nelle situazioni di emergenza la meritocrazia deve essere riconosciuta ed operativa, anche perché si fa sempre più probabile l’ipotesi che si continui a Settembre con la scuola on line.